Oggi ho fatto una visita non annunciata all’ Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. C’è stato un positivo colloquio con vari operatori circa le criticità presenti e su come si potrebbe migliorare il servizio.

Ogni volta che faccio queste visite mi convinco di più che lo studio dei documenti ufficiali non basta. Nulla può sostituire il colloquio diretto e informale con chi lavora tutti i giorni a contatto con i problemi dei pazienti e degli operatori, spesso impossibili da rappresentare con numeri e statistiche.
Approfitterò di questo caldo agosto di pausa istituzionale per fare altre visite in altri ospedali e strutture della nostra Regione.