Dopo le mozioni e le proposte di legge mai messe all’ordine del giorno e le interrogazioni a risposta scritta e richieste accesso mai risposte, la nuova frontiera del muro di gomma della Giunta sono le “interrogazioni a risposta orale” senza assessore.

Ieri in Assemblea legislativa erano all’ordine del giorno tre nostre interrogazioni su temi importanti:
– Affidamento diretto a Busitalia della Ex FCU fino al 2034 (già rinviata altre volte);
– Iperfrazionamento dell’industria dell’acciaio a Terni;
– Nomina di Walter Ganapini a direttore generale di ARPA Umbria dopo una condanna della Corte dei Conti

Tutte le tre interrogazioni non sono state risposte perché mancavano gli assessori competenti, che però erano presenti al mattino.
Ho voluto almeno leggere in aula l’interrogazione su ARPA, che trovate qui: https://drive.google.com/open…
Per la risposta dell’assessore dovremo attendere il prossimo question time, salvo nuovi casuali “impegni” e “imprevisti” degli assessori.
Valuteremo attentamente se questa pericolosa deriva proseguirà. Una deriva che, di fatto, priva noi consiglieri del diritto-dovere di fare domande anche scomode.