Aspetti tecnici sulle differenze principali tra l’USR umbria e marche:
• In presenza di schede AEDES errate con livello di danno B il livello di danno viene limitato dai tecnici USR allo stato di danneggiamento grave (livello 2) e mai gravissimo anche se dal quadro fessurativo se ne dimostra l’entità, con conseguente livello operativo raggiungibile massimo L2 , anche con la richiesta di miglioramento sismico. Essendo le schede AEDES fatte in modo speditivo non ha alcun senso renderle così vincolanti per il livello di danno, soprattutto se si può dimostrare un livello di danno più alto e quindi un livello operativo più alto.

• Le pratiche sismiche che vanno a deposito vengono esaminate puntualmente sugli interventi strutturali dal punto di vista tecnico e non solo dal punto di vista contributivo, contrariamente a quello che accade nelle marche.

• Tempistiche dilatate oltre le scadenze di legge su tutti i passaggi.

• Vengono esaminate e discusse tutte le scelte progettuali fatte dai progettisti nelle pratiche ad autorizzazione sismica sia dai tecnici della regione che dell’USR, con un dispendio di energie e tempo.

• Richiesta di integrazioni parziali e mai in unica soluzione, nessuno pretende di farne solo una, qualcosa può sempre sfuggire a tutti, ma arrivare a 14 richieste telefoniche crediamo sia esagerato.

 

Parti da migliorare :

• MUDE ,interfaccia per allegati da migliorare mettendo lo schema degli allegati richiesti per legge, averli raccolti in macro aree crea incomprensioni e soprattutto si generano file troppo grandi che il sistema non accetta e quindi bisogna rifare il tutto.

• Anticipo spese urgente per poter permettere ai tecnici di far fronte all’investimento iniziale.