Come spesso ho scritto, sono convinta che piccoli investimenti intelligenti ed eco-sostenibili possono produrre maggiori benefici rispetto a grandi opere.

In Umbria avremmo già varie infrastrutture e godiamo di una eccezionale posizione strategica al centro dell’Italia. Queste infrastrutture, troppo spesso trascurate e in malora, possono tornare a dare grandi frutti se riparate e modernizzate.

Questa “rinascita” sarebbe anche una occasione di grande sviluppo economico per la nostra Umbria.

Il trasporto ferroviario di persone e merci è uno di quegli ambiti in cui un investimento contenuto potrebbe dare immensi benefici in termini di salute, economia, turismo, ambiente e benessere per i cittadini, con immense esternalità positive.

In primo luogo la ferrovia Ex FCU, la spina dorsale della nostra regione, deve essere ripristinata in tutto il suo percorso con convogli moderni e un servizio efficiente. Le risorse per farlo possono essere immediatamente reperite mediante tagli a sprechi, ne ho suggeriti vari in questi anni. Si tratta di un investimento assolutamente prioritario.

Un altro importante nodo riguarda le OFFICINE GRANDI MANUTENZIONI di Trenitalia a Foligno. Dopo anni di declino e una mia mozione (mai discussa), finalmente la situazione si è sbloccata a seguito del nostro intervento presso il Ministero dei Trasporti. Oggi si annunciano nuovi investimenti e personale, ma il potenziale di questa struttura è ancora immenso: http://atti.crumbria.it/pdf/2018/N199873.PDF

Grazie all’assistenza di un esperto abbiamo elaborato un progetto per espandere e valorizzare la struttura.

Al fine di potenziare il trasporto ferroviario, andrebbero realizzate e sfruttate le PIATTAFORME LOGISTICHE,  quelle strutture di interscambio treno-strada utilizzabili anche per stoccare e smistare merci nei trasporti a lunga percorrenza. Quella prevista a Foligno sarebbe stata collegata sia alla rete stradale nazionale (Strada Statale 75 Umbra) che alla rete ferroviaria (linea Orte-Falconara e sulla linea Foligno-Terontola), in una posizione strategica eccezionale.

Queste nostre proposte sarebbero realizzabili concretamente con risorse e tempi certi. Le promesse vuote le lasciamo ad altri.